fbpx
Come arredare un giardino per la stagione estiva 2019

Foto: inzago.eu

L’estate – secondo il calendario –  dovrebbe essere ormai alle porte e sebbene la primavera tardi ad arrivare obbligandoci così a vivere un inverno decisamente prolungato, noi vogliamo sfidarla con un topic di buon augurio: oggi vi parliamo di come arredare un giardino conferendogli uno stile unico ed inconfondible!
Cosa intendiamo fare esattamente? Suggerirvi degli styling che rispettino un mood preciso e darvi indicazioni su dove potreste trovare gli elementi per relizzarlo!
Un giardino, però, è prima di tutto natura; per questa ragione la special tip di questa settimana è un piccolo consiglio sul verde must have a seconda dello stile che più vi rispecchia.

Giardino piccolo? Lo spazio è relativo!

Come arredare un giardino piccolo ad effetto

Foto: Ideadesigncasa

Alcuni di voi potrebbero sentirsi esclusi perché non proprietari di un vero e proprio giardino.
Non preoccupatevi, quest post è anche per voi, amici del balconcino o dell’angolo verde confinato!
Per avere un’atmosfera  degna di giardino non servono necessariamente ettari sconfinati di terreno ma  basta dotarsi di pochi elementi: piante, un tavolino e una poltrona, possibilmente in vimini o rattan che piace tanto di questi tempi e che potrete quindi ricontestualizzare all’interno dei vostri ambienti a stagione conclusa!
Uno dei segreti per sfruttare al  meglio i piccoli  spazi è quello di concetrare l’attenzione su singole zone visive: create dunque degli angoli scenografici e funzionali.
Tip per il verde:optate per piante rampicanti o pendenti così da sfruttare ogni superficie, anche quelle verticali!

Come arredare un giardino classico senza cliché

Arredare un piccolo giardino senza essere banali

Foto: loosebrush.com

Se invece possedete uno spazio un pochino più ampio potrete iniziare a sbizzarrirvi.
Siete amanti del bon ton e volete sapere come arredare un giardino classico?
La prima regola per non cadere nei cliché è evitare alcuni errori, anche loro classici.
Per aderire ad un classico attuale e trendy, puntate sui contrasti ad effetto sconvolgendo gli elementi comunemente ritenuti usuali.
Il ferro battuto va bene ma noi vi consigliamo una rivisitazione: a forme classiche e rotondeggianti abbinate colori accesi ed allegri; se invece non potete rinunciare al bianco e al nero, dovete puntare tutto su linee rigorose, geometriche e stilizzate nel pieno rispetto del minimal contemporaneo.
Veniamo invece alla tip verde: il prato inglese è un grande classico, così bello da prendere le distanze da ogni cliché, un must have per gli amanti di questo stile!

Un giardino gipsy bohemién per un estate super romantica

Consigli su come arredare un giardino bohemien

Foto: shutterstock.com

Se essere circondati da oggetti carichi di storia e significato è quello che vi fa sentire a vostro agio, se alle tonalità neutre preferite bizzarri accostamenti di colori e “essere trasandato” per voi non è un insulto ma un complimento, allora lo stile che vi si addice è quello gipsy-bohemién!
Come arredare un giardino gipsy-bohemièn? La risposta è molto semplice ed implica un elemento veramente importante: la fantasia.
Più nel concreto, ecco i  pezzi che proprio non possono mancare in un giardino così:tappeti e cuscini su cui stendervi; candele e lampadine per illuminare le serate in copagna; per i più arditi, una serra,un gazebo o un tipì, l’importante è che questo spazio vi trasmetta serenità e protezione.
Per queste ragioni e perché di lei ci piace molto il nome,la tip verde per un giardino boho è la pianta delle coccole: morbida e con quel colore un po’ slavato che fa tanto vintage!

Come realizzare un giardino orientale home made

Come realizzare un giardino orientale

Foto: Leroy Merlin

La parola giardino porta con sé, quasi automaticamente, l’aggettivo orientale; si, perché la cura di uno spazio verde che sia in grado di donare benessere e serenità è alla base di quasi tutte le culture orientali.
Non si tratta semplicemente di una bella filosofia, esistono degli elementi che rendono l’oriente in giardino più vicino a noi.
Lampade in carta di riso o oggeti di design come questo che ne ripropongono le linee pure e semplici e aiutano a ristabilire un contatto con la genuinità della nostra vita perché l’ordine interiore parte da quello esteriore.
È proprio questo il pensiero che sta dietro all’angolo zen, un rifugio di pace e silenzio utile, soprattutto, a chi ogni giorno è immerso nel caos della città.
L’idea vi ha incurisito? Qui le istruzioni per realizzarlo!
Il consiglio verde, in questo caso è abbastanza scontato: non può che essere il bonsai, piccolo fuori ma grande dentro!

Vuoi conoscere lo stile del tuo giardino?
FAI IL QUIZ

 

 

 

Pin It on Pinterest