fbpx
Oggetti fatti a mano perfetti per l'autunno: guida all'acquisto del tappeto

Foto: Design from Scandinavia

L’autunno è la stagione della casa: i primi freddi, i temporali improvvisi e i colori caldi che avvolgono la città, ci invitano a ritirarci nel nostro nido e renderlo più accogliente possibile anche in vista dell’arrivo del Natale. Per tutte queste ragioni l’autunno è anche la stagione dei tessili: coperte, cuscini e, soprattutto, tappeti rendono i nostri ambienti cozy e avvolgenti. Trovare tessili esteticamente validi non è un’impresa impossibile; più difficile invece è scovare prodotti belli e di qualità, oggetti fatti a mano che posseggano un valore inestimabile: l’unicità. Partiamo dalla base e parliamo di tappeti; per guidarvi in questo magico mondo abbiamo preparato una piccola guida all’acquisto perfetto la cui parola d’ordine è hand made.

Il tappeto berbero: per chi ama la tradizione

Tra gli oggetti fatti a mano di culto c'è il tappeto berbero

Foto: Le Redoute

Se sei un design addicted e ami gli oggetti fatti a mano non puoi non conoscere il tappeto berbero; nel caso in cui te lo fossi perso qui trovi un breve riassunto della sua storia. Per rendere l’idea di quanto sia speciale questo prodotto artigianale, basti sapere che Il linguaggio della tessitura berbera è tra i più complessi del mondo tessile. Spesso quando una donna tesse un tappeto questo funge anche da mezzo di comunicazione per le persone che le sono vicine. Procurarsi un tappeto berbero non è però sempre semplice; in giro si trovano molte riproduzioni del tradizionale tessile marocchino la cui autenticità è abbastanza discutibile. Se sei alla ricerca di un pezzo autentico ma con stile BARKHAM di La Redoute è quello che fa al caso tuo: intrecciato a mano – dunque artigianale – si distingue per il ritmo delle sue trame e la morbidezza della sua consistenza: 70% lana!

Kilim Karabakh Sofia: il tappeto bohémien per chi vuole osare

Oggetti fatti a mano in India

Foto: RugVista

Se il tappeto berbero si distingue per il minimalismo di forme e colori e per la morbidezza della lana, diversa è la questione per i tappeti Kilim. Prodotti prevalentemente nei Balcani e nel Pakistan, questo tappeto è privo di pelo: viene tessuto come un arazzo e viene utilizzato soprattutto per dedicarsi alla preghiera. Come tutti gli oggetti fatti a mano, non è però privo di calore; a dotarlo della morbidezza di solito tipica della lana è, in questo caso, il colore: toni accesi e caldi donano a questi tappeti una carica avvolgente. Forse non adatto agli amanti del minimal, il Kilim è perfetto per chi vuole uscire dalle righe e creare accostamenti inediti. Kilim Karabakh Sofia di RugVista ha poi un volere aggiunto: prende in prestito l’antica tecnica e la applica ad una trama moderna dal gusto decisamente bohémien.

Poetico e retrò: il tappetto all’uncinetto per i veri romantici

Dico “oggetti fatti a mano” ed è subito mani che sferruzzano al ritmo allegro di uncinetto. Si perché nella tradizione italiana la un pratica artigianale per eccellenza è proprio questa. Se vi state chiedendo come arredare casa con prodotti realizzati attraverso questa antica arte, noi abbiamo la risposta: acquistate Wiku, il tappeto rotondo all’uncinetto di La Redoute. Disponibile in due morbidi colori pastello, la sua keyword è versatilità. Questo tessile si adatta ad ogni ambiente e stile della casa: sta bene in camera da letto ma anche all’ingresso; regala brio ad una moodboard minimal ma sa ritagliarsi con dignità il proprio posto in un concept più spinto. Ci piace, ci piace, ci piace!

Tappeto Solana: per chi è attento alla natura e ama le fibre naturali

Oggetti fatti a mano con matriali ecofriendly

Foto: RugVista

Chiudiamo la nostra piccola guida all’acquisto del tappeto perfetto con una piccola chicca: Solana, il tappeto in Juta 100% riciclabile. A produrlo è RugVista e ciò che lo distingue dagli altri tappeti è – da una parte – lo stile decisamente trendy e contemporaneo, dall’altra, il suo valore etico e morale: attraverso la sua realizzazione e commercializzazione RugVista contribuisce al progetto CARE & FAIR, un’iniziativa europea legata al settore del commercio dei tappeti che ha come obiettivo la scolarizzazione per i bambini figli di tessitori e annodatori. Stiamo parlando dunque di oggetti fatti a mano ma anche con il cuore e che, di conseguenza, non possono che essere bellissimi.

Qual è il tappeto più adatto al tuo stile?

FAI IL QUIZ

Pin It on Pinterest